• Nat-DC

La comunicazione efficace

Aggiornato il: 28 ago 2019

Comunicare in modo efficace significa comunicare in modo chiaro e coerente un messaggio e fare in modo che il contenuto dello stesso sia recepito e compreso con successo dal destinatario.

Quando comunichiamo, utilizziamo diversi canali di comunicazione.

I canali di comunicazione sono tre:

  • il linguaggio verbale (ciò che viene detto)

  • il linguaggio non verbale (comportamento, postura)

  • il linguaggio para-verbale (come viene detto, volume, ritmo)

Secondo una ricerca di Albert Mehrabian, è stato stimato che in caso di comunicazione di sentimenti ed emozioni, il valore della comunicazione para-verbale è del 38 %, contro il 55 % della comunicazione non verbale e il 7 % della comunicazione verbale. Questo significa che il 93 % della comunicazione, passa attraverso il linguaggio non verbale. Il nostro corpo comunica anche se stiamo in silenzio. Alla luce di questi dati la riflessione è presto fatta: ciò che verbalizziamo deve essere sostenuto anche dal nostro linguaggio para e non verbale. La comunicazione è alla base dei rapporti umani, Paul Watzlawick, psicologo, filosofo ed esponente della scuola di Palo Alto, lo sostenne con i fondamentali 5 assiomi della comunicazione, tra cui il primo: “Non si può non comunicare”, ciò significa che le parole, i silenzi, assumere una determinata postura, hanno un valore comunicativo. Ci sono dei fondamenti di base che ci permettono di comunicare in modo efficace:

L’ascolto è un elemento chiave per comunicare nella stessa modalità del nostro interlocutore. Ascoltare non significa solo udire ciò che l’interlocutore ha da dire, ma è anche osservarlo mentre parla. La gestualità e la postura che assume, possono essere segnali rivelatori per capire il nostro interlocutore e di conseguenza comunicare in modo efficace con esso.


L’osservazione è un costituente essenziale che influenza positivamente non solo lo sviluppo di un ascolto attivo, ma anche il miglioramento della comunicazione interpersonale.


Essere autentici è alla base della comunicazione e facilita le relazioni.

L’autenticità accresce il valore della comunicazione efficace.


I tre canali comunicativi (verbale, non verbale e para-verbale) devono essere allineati, non è possibile essere autentici se verbalizziamo una cosa, ne pensiamo un'altra e ne mostriamo un’altra ancora.

La coerenza è un valore che arricchisce il nostro modo di comunicare.  Se il messaggio che trasmettiamo verbalmente, non è supportato dalla parte non verbale, perdiamo di credibilità e di conseguenza perdiamo efficacia nella comunicazione.


L’empatia ci permette di immergerci nella situazione del nostro interlocutore, essere empatici significa percepire le emozioni e lo stato d’animo di chi ci ascolta e per fare questo è necessario attivare l’ascolto e l’osservazione.  

Ricorda: comunichiamo ciò che siamo, l’autenticità e la sincerità sono imprescindibili per essere efficaci nella comunicazione. 

Comunicare, trasmettere un messaggio, significa assumersi la responsabilità di ciò che si sta comunicando, per fare questo è necessario essere consapevoli e comunicare nel modo più confacente rispetto al contenuto della comunicazione, rispetto all'interlocutore e rispetto all'ambiente in cui ci troviamo. 

Sono fermamente convinta di una cosa: indipendentemente dal  contenuto del messaggio, sarà sempre il modo in cui lo comunichiamo che farà la differenza. 

24 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti